Con l’entrata della nuova Legge di Bilancio 2019, quello che prima era una semplice opzione è ora obbligatorio.

Dal 1°luglio 2019 diventerà obbligatorio inviare telematicamente i corrispettivi all’Agenzia delle Entrate tramite un apposito registratore.
La novità riguarderà inizialmente esclusivamente i soggetti con volume d’affari superiore a 400.000 euro, ma dal 1° gennaio 2020 sarà estesa a tutti i commercianti e negozianti.
Con l’espressione scontrino elettronico si fa riferimento alla memorizzazione e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri, una delle novità introdotte con il Decreto Legislativo n. 127/2015, lo stesso che ha introdotto l’obbligo di fatturazione elettronica.
Si tratterà di una vera e propria  “rivoluzione digitale” che interesserà non solo i commercianti ma anche i consumatori.
A partire dal 1° luglio 2019 e, a seguire, dal 2020, non ci sarà più l’obbligo di consegnare lo scontrino cartaceo, ma l’operazione sarà memorizzata e trasmessa telematicamente giornalmente all’Agenzia delle Entrate tramite i registratori di cassa telematici.

Con questo nuovo processo si intende inoltre:

  • semplificare i processi.
  • consentire all’Agenzia delle Entrate di acquisire rapidamente e correttamente i dati delle certificazioni, di completare le basi per attuare le disposizioni in tema di supporto per la compilazione della dichiarazione IVA, dei redditi e nella liquidazione delle imposte,
  • potenziare le procedure di analisi del rischio e aumentare il controllo dell’evasione fiscale;
  • proseguire nel processo di digitalizzazione del Paese al fine di ridurre i costi e rendere più efficienti i processi aziendali.

Non farti cogliere impreparato, Multidata con il suo personale potrà aiutarti e sostenerti in questo cambiamento.

Share This
Realizzato da Tuscan Solutions: Video Marketing Toscana